Caciocavallo della Massaia

Caciocavallo della Massaia

Disponibilità: Esaurito

Un formaggio eccezionale, prodotto in quantità limitata, VINCITORE DEL PRESTIGIOSO CONCORSO ALMA CASEUS 2014. Variante agreste del caciocavallo per eccellenza, figlio di un’antica usanza contadina. E’ uno dei migliori formaggi d’Italia.

Annulla selezione

Categorie : Caciocavalli

LA TRADIZIONE CONTADINA IN UN FORMAGGIO ESCLUSIVO, TRA I MIGLIORI FORMAGGI ARTIGIANALI D’ITALIA…

Premiato come “Miglior Formaggio Maturo a Pasta Filata” al prestigioso concorso ALMA  Caseus 2014, il grande concorso nazionale dedicato al mondo del formaggio svoltosi al CIBUS di Parma e pensato per dare valore al grande patrimonio caseario nazionale, ed organizzato dal più autorevole Centro di formazione per l’arte culinaria italiana nel mondo. Il Rettore della Scuola è lo Chef Gualtiero Marchesi, il corpo docente è composto dai più grandi chef e pasticceri italiani. I formaggi sono selezionati e giudicati da una giuria di altissima qualità di esperti affinatori e produttori di esperienza.

Il Caciocavallo della Massaia è la variante agreste del caciocavallo per eccellenza, figlio di un’antica usanza contadina, solo recentemente riscoperta e dettata come spesso accade, più da esigenze pratiche e concrete che dalla pura ricerca del gusto.
Dai suoi omonimi confratelli eredita la peculiare tecnologia di produzione “a pasta filata” – simbolo della tradizione casearia meridionale – ma se ne distingue al tempo stesso nella forma come nella sostanza.

Ovviamente l’assenza della testina al suo apice nulla toglie in termini di gusto & aroma a questo CACIO, il cui segreto è piuttosto da ricercare nella caratteristica miscela di latte vaccino, caprino & ovino scrupolosamente selezionati per la sua produzione.

L’usanza, oggi poco diffusa, di mescolare queste tre tipologie di latte è frutto della precaria e difficile realtà contadina di inizio 900’; le cui massaie (con un gregge di pochissimi capi) si dovevano adoperare al meglio per il sostentamento dell’intero nucleo familiare.  Ed è così che si procedeva alla miscela dell’intera produzione disponibile per il raggiungimento della quota di latte necessaria per la preparazione del formaggio.  Ci si avvide solo più tardi, che il più elevato contenuto lipidico e proteico del latte ovino (rispetto a quello vaccino), influiva positivamente sull’intero profilo organolettico, dando vita ad un caciocavallo di forte personalità… dai profumi netti e dagli aromi ancora più intensi… Provatelo, non ne rimarrete delusi!

Di forma sferoidale, questo caciocavallo ha una crosta, sottile e liscia, di colore giallo paglierino. La pasta, talvolta dotata di lievissima occhiatura, mantiene una consistenza burrosa grazie al più elevato tenore di grassi del latte ovino utilizzato nella sua produzione.  La meticolosa e prolungata stagionatura  di ben 360 giorni, che precede la sua commercializzazione, attribuisce a questo caciocavallo un sapore dalle note piccantine, carico di tutti gli aromi ed i profumi delle erbe e dei foraggi dei migliori pascoli della Valle d’Itria.

Top